Bonus Caldaia: come sostituire la caldaia e risparmiare

La caldaia a condensazione sta sostituendo velocemente la caldaia tradizionale perché offre un rendimento maggiore, sfruttando anche il calore dei fumi di combustione. I costi di gestione sono minori, le emissioni inquinanti sono minime e l'affidabilità è maggiore. E in più, vantaggio non trascurabile, può farti accedere all'ecobonus.
Detto ciò, il risparmio in bolletta è all'incirca del 30%; poiché la vita media di una caldaia è di circa 15 anni, il risparmio totale generato ammonta tra i 2.200 e i 4.500 euro. Non male!
Puoi accedere alla detrazione al 50% se installi una caldaia a condensazione di classe A. Inoltre se installi anche i sistemi di termoregolazione evoluti, la detrazione sale al 65%.

Ultimo aggiornamento bonus caldaie 2021 confermato in Legge di Bilancio 2021.
La novità approvata prevede in pratica che la detrazione è pari a:
  • detrazione 65%: se si installa una caldaia a condensazione di classe A con contestuale istallazione di sistemi di termoregolazione evoluti;
  • detrazione 50% se si istalla una caldaia a condensazione di classe A;
  • detrazione 0%: se si istalla una caldaia di classe B.
Vediamo quindi cos'è e come funziona la detrazione spese caldaia, chi e come è possibile fruire dell'agevolazione, il tetto di spesa massima, i documenti che servono ad attestare l'acquisto e il diritto alla detrazione, quanto spetta e come va suddiviso nel 730 e Unico, l'importo in quote annuali.

Cos'è il Bonus caldaia 2021?
La detrazione caldaia è la detrazione fiscale riconosciuta ai contribuenti che nel corso dell'anno precedente alla dichiarazione dei redditi, sostengono spese per la sostituzione della caldaia. La detrazione caldaia, infatti, è fruibile solo se si presenta la dichiarazione dei redditi con il modello 730 o Unico, e ciò è stato confermato dall’Agenzia delle entrate con la circolare 3/E del 2 marzo 2016. Tale spesa, infatti, rientra tra le spese detraibili dalle tasse con il cd. bonus mobili ed elettrodomestici che beneficiano della detrazione IRPEF pari al 50% fino ad un importo massimo di 10.000 euro che nell'Ecobonus al 65%, ma solo se il miglioramento energetico, sia certificato da un tecnico ENEA autorizzato.
Chi intende, quindi, sostituire la vecchia caldaia con una nuova può ottenere le agevolazioni fiscali previste dalla legge, in quanto tale spesa è riconducibile tra gli interventi di recupero del patrimonio edilizio che costituiscono presupposto per l’accesso al cd. bonus mobili 2021 in caso di ristrutturazioni edili qualora si configurino come interventi di manutenzione straordinaria eseguiti presso un’unità immobiliare abitativa che Ecobonus 2021, per una spesa massima di 30.000 euro.
La sostituzione della caldaia, essendo quindi un intervento diretto a sostituire un apparecchio essenziale al riscaldamento, e come tale identificabile come “manutenzione straordinaria”, rientra tra le spese per cui spetta il bonus mobili ma anche nell'Ecobonus. Per cui, le spese caldaia sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi tramite 730 e Unico poiché trattasi di un intervento per migliorare il risparmio energetico rispetto alla situazione preesistente.

Detrazione spese di sostituzione caldaia: come fare?
Il contribuente, per fruire della detrazione spese caldaia 2021 deve effettuare obbligatoriamente i pagamenti mediante bonifici bancari o postali o con carte di credito o di debito mentre non è possibile utilizzare assegni, contanti o altri mezzi di pagamento diversi da quelli elencati.

Causale bonifici: nei bonifici bancari o postali, effettuati dal contribuente per pagare la sostituzione della caldaia vanno indicati i seguenti dati:
1) Causale del versamento attualmente utilizzata da banche e Posta per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;
2) Codice fiscale del beneficiario della detrazione;
3) Numero di partita Iva o il codice fiscale del negozio o rivenditore.

Come pagare la nuova caldaia? Con bonifico, oppure, con carte di credito o carta di debito. In questo caso, la data di pagamento è quella in cui viene effettuata la transazione. Non è ammesso, invece, il pagamento mediante assegno, contanti o altri mezzi di pagamento.

Documenti da conservare: il contribuente per vedersi riconosciuta la detrazione spese caldaia deve essere in possesso della seguente documentazione fiscale: ricevuta di pagamento (ricevuta bonifici, transazione o di addebito sul conto) o fatture di acquisto della caldaia, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Come scegliere il modello? Le caldaie possono essere da interno o da esterno. Le caldaie da interno sono spesso preferite perché durano di più, non essendo sottoposte all'usura degli agenti atmosferici. Le caldaie da esterno offrono il vantaggio della maggior facilità di installazione ma necessitano di un kit antigelo. Le caldaie si dividono poi tra murali e a basamento.
Quelle murali sono le più diffuse, vengono fissate alla parete e occupano poco spazio. Le caldaie a basamento si appoggiano al pavimento. Sono più ingombranti ma vengono preferite quando occorre riscaldare elevate quantità di acqua.

Quali sono le caldaie migliori? Le migliori caldaie hanno la modulazione di potenza, che migliora il rendimento energetico della caldaia quando questa non viene utilizzata al massimo. In più, si contraddistinguono per le superfici di passaggio maggiorate, in modo da facilitare lo scambio di calore. Alcune marche negli ultimi anni hanno posto grande attenzione ad aumentare la durabilità dei prodotti. Puoi scegliere modelli che offrono una garanzia lunga, ad esempio 10 anni.

Le novità più apprezzate. Alcuni modelli offrono la gestione da remoto via cellulare. Utile ad esempio quando stai tornando a casa dopo un viaggio e desideri accendere la caldaia qualche ora prima di arrivare. I nuovi dispositivi di termoregolazione elettronica forniscono un ulteriore aiuto per ridurre le bollette, garantendo comunque il miglior comfort termico. Se devi installare la caldaia in un posto visibile, ad esempio in cucina, sono a disposizione nuovi modelli dal design estremamente gradevole.

Prossimo step? Contattarci al più presto e fissare un appuntamento. Ti aiuteremo nella scelta del modello più adatto, per abbattere le spese energetiche e ottenere l'ecobonus ed effettueremo un'installazione a regola d'arte che tuteli il tuo investimento. Il caffè lo offriamo noi.